venerdì 9 novembre 2012

piastrelle sensoriali




Sempre restando in tema "sviluppo dei sensi" ecco un suggerimento per un altro gioco che, fin dai primi mesi di vita della Fagottona, abbiamo usato con grande interesse: sono delle piastrelle sensoriali, utilissime per stimolare e sviluppare le percezioni tattili dei nostri bimbi (e, come sempre, anche la parte visiva).

Tre semplici ingredienti: scampoli di stoffa di diversa natura, scotch (di quelli belli larghi e collosi), un supporto sufficientemente rigido (noi abbiamo usato un foglio di policarbonato sottile, preso a Leroy Merlin).


Per le stoffe: è importante (soprattutto quando il bimbo è ancora piccolo) che le sensazioni tattili che trasmettono siano decisamente differenziate: ho visto come le mattonelle più interessanti per Lucia Eva fossero sempre quelle che davano la sensazione più intensa, ad esempio il finto tappeto erboso e il super morbido bianco erano sempre quelle più ricercate da nostra figlia.

Ricordate che, "perché il bambino possa usare i sensi con facilità deve trovarsi in un ambiente ricco di contrasti, e che coppie di sensazioni opposte servono a distinguere sensazioni diverse, perché due opposti sono più semplici da percepire che non due sensazioni simili".
(cit. tratta da Glenn Doman)

Le nostre piastrelle sensoriali misurano circa 45 cm per lato, sono quadrate (tutte della stessa dimensione) e completamente ricoperte dal materiale sensoriale (a parte la cornice di scotch).

Per bloccare in modo saldo la stoffa si può ripiegare una parte di scotch sul retro della mattonella (metà andrà posizionata sul fronte e metà sul retro)

retro del suppoto


Nessun commento:

Posta un commento

i tuoi commenti danno senso al mio blog, grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...