domenica 28 aprile 2013

acquario di Cattolica


Con i nostri amici umbri, che amiamo moltissimo, abbiamo passato questi ultimi giorni a Cattolica, per visitare l'acquario, rilassarci un po' e stare insieme: 7 coppie di amici ed un totale di 10 bambini, di cui 3 piccolissimi (vi autorizzo a giocare i numeri al lotto, e che portino bene!)

La visita all'acquario di Cattolica è stata densa di emozioni e di visioni inaspettate: appena entri nel grande parco che accoglie i vari padiglioni vedi queste lumacone rosa e ti senti subito entrare in una dimensione un po' fantastica, in cui potrai toccare con gli occhi il mondo acquatico.


La prima vasca che ti accoglie è quella dei pinguini: ma voi lo sapevate che i pinguini sfrecciano come Jet impazziti e giocano con le ombre delle persone che li guardano ad occhi spalancati? Sono subito all'inizio del percorso, ma per me sono stati i più emozionanti di tutto il giro e mi hanno commossa!


E poi incontri le tartarughe marine e tanti tipi di pesci, alcuni sono davvero bellissimi (hanno dei colori che sembrano dipinti) ed altri sono davvero bruttini, alcuni sono velocissimi ed altri praticamente immobili.


Un'altra grande emozione sono stati gli squali, così lenti ed inesorabili, con questo volto minaccioso ed i denti affilatissimi: la Fagottona mi ha subito fatto notare che "lui ti mangia" nonostante nella sua vita non abbia ancora incontrato tutti i luoghi comuni anni '80 (e nemmeno i film) sugli squali!


E poi fuori sul prato abbiamo mangiato i nostri panini, abbiamo giocato con i fiori e con gli alberi e ci siamo rilassati un po' prima di immergerci nella sala dei rettili...


"mamma, è un dinosauro?"



Quando torniamo a casa dopo qualche giorno passato così mi sembra che nostra figlia abbia vissuto un mese di vita intera, è più attenta, più sensibile a ciò che accade, più sveglia e più grande... sembra essersi evoluta!



Insomma, ogni volta mi accorgo di quanto sia prezioso per un bimbo poter visitare luoghi nuovi, incontrare persone diverse dal suo solito mondo, vivere ritmi e tempi nuovi... e non parlo solo di viaggi o vacanze, anche prendere il treno, l'autobus o cambiare strada ogni tanto può fare la differenza, perché i nuovi percorsi stimolano nuove associazioni, e guardare il mondo con occhi nuovi, incontrare persone diverse ci arricchisce e ci nutre profondamente.




10 commenti:

  1. Sì stare con gli altri non può che fare bene, a tutti, e soprattutto ai più piccoli...
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a volte penso che vorrei vivere in condivisione... ma forse è solo un sogno!

      Elimina
    2. ..beh dai, siamo già in due a sognare..forse se ci concentriamo qualcosa può davvero accadere!

      Elimina
    3. ok, inizio a concentrarmi ;)

      Elimina
  2. Hai fatto delle foto stupende..

    Sottoscrivo tutto quello che hai detto e sottolineo il fatto che anche per noi 'grandi' fa proprio bene incontrarci e raccontarci..Mettiamo in ordine le idee, rafforziamo i nostri desideri e aspirazioni e grazie alla partecipazione dell'altro scopriamo anche nuovi orizzonti da esplorare o approfondire.
    Grazie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, la condivisione é davvero la ricchezza piú grande!

      Elimina

i tuoi commenti danno senso al mio blog, grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...