venerdì 12 aprile 2013

il passaggio di stanza

dalla culla al letto
E come si fa a capire quando è il momento giusto per passare dalla stanza di mammaepapà alla sua cameretta?

In generale io tendo ad introdurre i cambiamenti in modo graduale, molto graduale: da qualche parte ho letto "modificate una cosa per volta": ecco, io di solito cambio le cose così lentamente e gradualmente che quasi nemmeno ce ne accorgiamo [e che detta così sembra anche una cosa bella, ma in realtà credo che probabilmente mi accorgerò degli effetti quando nostra figlia sarà adolescente!]

Fatta questa premessa resta la domanda: come si capisce quando è arrivato il momento per fare il passaggio di stanza?


Da poco le stiamo preparando l'ambiente: abbiamo trovato qualcuno che ci costruirà la parete scorrevole per separare due stanze che inizialmente avevamo unito; ci stiamo confrontando su come "arredarla" (ovvero, c'è qualche divergenza sul tipo di letto, se piccolo o normale); le stiamo iniziando a parlare del cambiamento.

E mi rendo conto che preparare l'ambiente non è solo un processo esteriore, ma anche (e forse soprattutto interiore): secondo me il territorio interiore di un bimbo deve essere pronto, ancor più che quello esteriore, perché ciò permette al cambio di condizioni un terreno fertile, che porterà buoni frutti.

Ora come ora per noi l'esigenza è più nostra che sua, ma spesso mi accorgo che le piccole forzature che arrivano da noi, mettono anche lei nella condizione di crescere, di trovare delle nuove risorse interiori, che la sostengano nel rispondere ai suoi bisogni, invece che attendere la soluzione sempre da mammaepapà.  Così è stato per la fine dell'allattamento, e così probabilmente sarà per il cambio di stanza.

L'unica certezza che ho è questa: ogni cambiamento deve avvenire in serenità e rilassatezza, con i giusti tempi ed anche con un po' di leggerezza e di stupidità.


Questo post partecipa al Blog Tank di Donna Moderna

4 commenti:

  1. Io per evitare problemi l'ho messa nella sua stanza nel lettino a 4/5 mesi... e per ora ci sta benissimo... ;)
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, infatti, spesso é solo questione di abitudine, ma a volte, il carattere, le condizioni esteriori... molte cose sembrano rendere inevitabili scelte che potrebbero avere direzioni diverse!

      Elimina
  2. Credo che tt debba avere i suoi tempi Isabella. Un tempo sarei stata più maestrina oggi invece......

    RispondiElimina

i tuoi commenti danno senso al mio blog, grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...