venerdì 30 agosto 2013

come realizzare un sogno: le galosce

Post lampo, in tutti i sensi, nel senso che arriva dopo vari temporali :)

Man mano che le pozzanghere [non] di fango [per fortuna] aumentano sui nostri marciapiedi, il desiderio di LuciaEva cresce e diviene incontenibile: ergo, stamattina ha saggiato varie pozzanghere con i sandaletti.
Dev'esserci in me un qualche gene (bacato, ma anche abbastanza comune) che mi fa contrapporre a questa cosa: credo sia una forma di conservazione e passività istintuale.

Ma [per fortuna] c'è anche una parte [molto più sana], che si ricorda di quando era bambina [come un libro mi ha da poco ricordato!] e che comprende l'importanza del desiderio di ogni essere vitale, ed anzi, forse ancor più nel caso del bambino, perché il desiderio ha un'intensità altissima, legata al qui ed ora.

E finalmente oggi pomeriggio abbiamo comprato le galosce e, come Peppapig, abbiam sguazzato nella zozza pozza del marciapiede!

La gioia della Piccolotta è stata tale da farmi rendere conto che a volte basta così poco: basta scostarsi un attimo dai propri limiti e cercare una mediazione.

P.S.
Portatevi dietro anche pantaloni e calzini di ricambio!

P.P.S.
Forse sarò stata banale, ma mi pareva bello trasmetterlo comunque...

2 commenti:

  1. sai che le sto cercando anche per la mia piccola?!:)
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ho prese in un negozio grande di piante e cose per il giardinaggio!!!
      Vedrai che vi divertirete molto :)

      Elimina

i tuoi commenti danno senso al mio blog, grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...