lunedì 30 settembre 2013

un week-end intenso e felice!


Questo week-end sono stata ad un Festival Montessori organizzato da un gruppo di mamme ed educatrici che si stanno muovendo nell'area bolognese per diffondere la conoscenza del pensiero pedagogico della Montessori: la loro associazione si chiama Piccoli Passi Montessori, e ha lavorato insieme al Progetto Ohana.

L'evento è stato molto bello, da un lato c'erano interessantissime conferenze e dibattiti, e dall'altro moltissime attività per i bambini, che sono stati davvero bene: liberi e felici di esprimersi e di imparare, grazie ad un ambiente ricco di cose belle ed interessanti ed anche di molto spazio in cui muoversi liberamente.


Il sabato mattina la Piccolotta ha passato buona parte del tempo a fare il bucato grazie a questo bellissimo lavatoio di Gonzaga Arredi, che ha inoltre reso disponibili vari materiali Montessori, con cui i bambini hanno potuto lavorare in piena libertà, affiancati a bravissime educatrici e a genitori desiderosi di imparare come un'altra educazione sia possibile!


Ringrazio di cuore tutti quanti (ed anche me stessa, per essermi data la possibilità di esserci, perché spesso restare a casa è la scelta più comoda) e soprattutto torno a casa davvero felice e molto determinata nel desiderio di trovare un ambiente scolastico adatto, in cui mia figlia sia libera di crescere.

E concludo lasciandovi alle parole di Maria Montessori, dalla conferenza del 5 maggio 1931 a Roma:

"Fino a un certo punto la matematica e la geometria furono legate, poi fu necessario distinguerle. Ma la cosa più semplice e naturale è l'origine delle cose: come dico sempre, il bambino deve avere l'origine delle cose perché l'origine è più chiara e naturale per la sua mente. Noi non dobbiamo far altro che trovare il materiale che renda l'origine accessibile."

martedì 24 settembre 2013

gli incastri Montessori

                              

Ed è fatto! Si, il mio primo acquisto di materiali Montesssori è stato fatto... evviva!!!

E, fra le altre poche [visto l'investimento!] cose che sono riuscita a prendere, non ho potuto resistere al fascino degli incastri, che fin da subito mi sono parsi così interessanti, perché crescono col bambino, ampliando sempre più la sua capacità di comprensione e comparazione.
Vi ho parlato qui del bellissimo corso Montessori che sto seguendo e vorrei quindi condividere i miei appunti e le mie osservazioni su questo strumento.

venerdì 20 settembre 2013

"L'alfabeto dei Sentimenti" di Janna Carioli e Sonia M.L. Possentini


"L'alfabeto dei Sentimenti" di Janna Carioli e Sonia M.L. Possentini è un libro davvero intenso, dolce, profondo e così tanto emozionante!

L'ho preso ieri sera e lo amo già tantissimo: appena l'ho visto (la scorsa settimana) fin dalle prime impressioni che ti trasmette la copertina, mi ha rapito il cuore perché parla di sentimenti: l'innato fuoco della vita.

La Fagottona ha solo due anni e mezzo ed apparentemente sembra riuscire a cogliere solo alcune sfumature di questa grande universo in cui navigano le sentimenti, ma in lei c'è già tutto un mondo, che è infinito e ricchissimo, che desidera essere nutrito ed orientato e che incanta gli occhi e il cuore dell'adulto, proprio come queste pagine.

Queste immagini e queste parole la accompagneranno nella crescita di quella che è una delle sfere più  importanti della vita: la sfera emotiva.
I bambini sono preziosi e [secondo me] prezioso è guidarli alla scoperta di se stessi, nelle azioni, nello sviluppo dell'intelletto e ancor più nelle emozioni, che sono il motore immobile di ogni azione e pensiero.

mercoledì 18 settembre 2013

micro magia della farina


Farina, farina, farina: che passione!!!

Ma non è della farina che volevo parlare, ma di una micro magia che ho fatto la scorsa settimana! In realtà è così microscopica che a momenti nemmeno me ne accorgevo, ma a ripensarci bene, merita di essere condivisa.

venerdì 13 settembre 2013

" il rapporto coi bambini" di Luisa de Lorenzo

Sono felice di dirvi che oggi ospitiamo il guest post di una mamma, che mi ha contattato qualche mese fa tramite mail, e con la quale è subito nata una bella condivisione di punti di vista. 
Luisa mi ha proposto di portare sul blog qualche argomento a lei caro e quindi eccola qui: benvenuta Luisa su queste pagine!


Il nostro bambino di 3 anni ha da sempre manifestato una natura estremamente socievole.
Se a qualche mese a casa da solo con me spesso era nervoso, non appena ci trovavamo in una baraonda di gente, si tranquillizzava. Notavamo tutti con stupore che interagiva moltissimo, a suo modo, con le persone. A 9-10 mesi, quando andavamo a fare la spesa e lui stava seduto sul seggiolino del carrello, allungava la mano per accarezzare i bambini più grandi che camminavano vicino a noi... voleva proprio stare a contatto con gli altri! 


mercoledì 11 settembre 2013

"L' onda" di Suzy Lee



Questa estate sull'Atlantico abbiamo fatto un'esperienza poco piacevole: eravamo in riva al mare che giocavamo con le grandi e gelide onde ed una di queste ci ha colto di sorpresa, facendoci cadere sott'acqua. Ho provato a tenere LuciaEva fuori, ma con un braccio tenevo stretta lei, con l'altro cercavo di recuperare l'equilibrio ed il risultato è stato che entrambe siamo state un po' sbalottate dall'acqua ed abbiamo bevuto. 

venerdì 6 settembre 2013

Evviva: è nato Palmodinaso!!!


Questo non è un post sponsorizzato ma è un atto d'amore verso l'arte e il bello: voglio presentarvi l'ultima 'creazione artistica' di Efrem (un mio caro amico), che porta in sé il nome dello stupore e della meraviglia ed insieme la possibilità di appropriarsi dell'oggetto del desiderio e della fascinazione perché è …ad un tiro di schioppo!

mercoledì 4 settembre 2013

secondo giorno di nido: la sorpresa!


Oggi è stato tutto diverso e il secondo giorno di nido (ieri eravamo state assenti per fare il vaccino) è stata una vera sorpresa!

Tutti dicono che se la mamma è tranquilla il bimbo è tranquillo (avrei qualcosa da obiettare ma..) vabbè, e quindi oggi ho provato a fare come mi sembrava fosse meglio per me. L'altro giorno avevo sofferto molto del fatto che mi avessero strappato mia figlia di dosso che piangeva e gridava il mio nome (mamma!): la sensazione chiara che non fosse quello il modo mi ha accompagnata a lungo. E quindi stamattina ho deciso di sospendere il tempo e di stare in attesa che fosse la Piccolotta ad agire.

È stata una magia, ha funzionato!


lunedì 2 settembre 2013

primo giorno di nido

Primo giorno di nido, sono sveglia dalle 6.34 di stamattina, ho aperto gli occhi e non sono più riuscita a chiuderli.
Nonostante sia già il "secondo anno di scuola" per me è come se fosse il primo giorno di tutto, la nostra prima separazione, con la sua intensa forza d'attrito: dopo tre mesi di "insieme giorno e notte" riabituarsi al cambiamento richiede qualche istante e un po' di coraggio.

Naturalmente la separazione è stata abbastanza difficile e fin dalla strada che ci portava passo dopo passo all'edificio in cui l'avrei lasciata, ci sono stati i segnali dello strazio che ci avrebbe accolte in quel momento.

Sono io che non funziono come mamma? Perché mi preoccupo tanto? Tutti a dirti 'sta storia che se la mamma è tranquilla il bambino è tranquillo... e allora grazie tanto, così mi sento pure in colpa!
E poi intorno a me tutti non vedono l'ora che il nido riprenda, e (senza offesa, ma) mi sembra di essere circondata da genitori che aspettano solo di liberarsi dei propri figli... ma è possibile?


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...