martedì 26 novembre 2013

attività di vita pratica

In questi giorni mi sono accorta di una cosa: a volte (ehm, diciamo pure spesso!) vado in ansia e mi accanisco inutilmente su cose che credo mia figlia debba imparare/sviluppare "subito" perché "è ormai tempo che impari a farlo, no?".

Ad esempio il vestirsi: lei non ha nessuna voglia di vestirsi da sola, non ci prova nemmeno e se io la sollecito mi risponde "no, mamma!!!".
Stamattina però ho visto un altro piccolo pezzo di me e mi sono detta: perché semplicemente non proporre qualcosa di nuovo, diverso e molto più attraente?
Può essere che permettendole di misurarsi in altri campi e di far crescere e sviluppare altre autonomie, la competenza acquisita le regali il desiderio di maggiore indipendenza anche in altre cose?


Spesso, troppo spesso, mi sovrappongo a mia figlia: sia nel fare che nel non fare. Voglio che impari a tutti i costi una cosa e magari non le lascio mai il tempo e il modo di farne un'altra. Ah, quanto desidero migliorare!!!!


Comunque, stamattina per "smollarmi" un po' abbiamo fatto una cosa nuova e divertente: ci siamo versate l'acqua da sole!
E mi ha stupito vedere che era già capace e autonoma! Unico accorgimento, le ho mostrato (usando meno parole possibile) come tenere la brocca, ovvero: sollevarla con la mano [nel suo caso] destra afferendola dal manico, sostenendone con la sinistra la pancia.

Quindi oggi doppio specchio per me, e da oggi l'acqua potrà versarsela sempre lei in libertà.


4 commenti:

  1. Voglio il tuo vassoio
    VOGLIO IL TUO VASSOIO
    V O G L I O I L T U O V A S S O I O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facile: IKEA ;)
      Ma l'ho preso lo scorso anno, non sono certa ci sia ancora!

      Elimina
  2. imparare divertendosi..e non essere un obbligo.
    la migliore prova che i nostri figli possano riuscirci..

    RispondiElimina

i tuoi commenti danno senso al mio blog, grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...